Venerdì , 24 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Il blog di Alejandro
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alejandro Torreguitart Ruiz. Il miglior periodico del mondo
Yoani Sánchez con Mario Vargas Llosa. Perù, aprile 2013
Yoani Sánchez con Mario Vargas Llosa. Perù, aprile 2013 
24 Giugno 2014
 

Ora io mica sono invidioso. No davvero. Voi magari non ci crederete ma io non sono invidioso per niente. Io se leggo uno scrittore bravo lo consiglio a tutti e darei la mano destra per avvicinarmi al suo stile. Tu prendi Leonardo Padura Fuentes e L’uomo che amava i cani, oppure Il romanzo della mia vita. Echeccazzo. Hai voglia a dire li scrivevo pure io. No che non li scrivevo, ché io sapevo un cazzo di Trovsky e di Heredia, se ho imparato qualcosa lo devo al vecchio Padura, barba nera come il peccato, sigaro tra i denti, una spruzzatina di bianco tra i peli. Non lo posso invidiare. Soltanto ammirare. Rendermi conto che tra me e la letteratura passa identica differenza che tra Padura Fuentes e Yoani Sánchez, la scrittrice più sintetica della storia, la giornalista più superficiale dell’emisfero australe. L’uomo che amava i cani mi pare che siano 650 pagine di letteratura, cenni di storia dell’Unione Sovietica, pieno zeppo di riferimenti allo stalinismo e all’attentato a Trovsky, un ponderoso romanzo che racconta tutti i problemi del nostro quotidiano. Il romanzo della Rivoluzione cubana, quel famoso libro che tutti i nostri narratori vorrebbero scrivere, ma nessuno ci riesce, vergato per metafore, parlando a nuora perché suocera intenda. Yoani Sánchez, invece, va avanti per luoghi comuni e incassa lodi (pure soldi, ché come diceva Manolito a Mafalda i soldi non sono tutto, ci sono anche gli assegni). Oggi, per esempio parla di marijuana per dire che a Cuba si fumano spinelli come in ogni altra parte del mondo, ma lei vorrebbe vivere in un paese dove si può discutere sulla depenalizzazione invece che in un posto dove si nega l’esistenza del problema. 14ymedio sarà anche il periodico più bello del mondo, il miglior giornale di Cuba, ma a mio parere è una lettura del cazzo che rifrigge cose già dette, forse avrebbe bisogno di qualche giornalista vero. In prima pagina pubblicano la grande notizia del primo cartone animato cubano in 3D, quel Meñique tratto dal racconto di José Martí, di cui da mesi altri diari telematici hanno dato notizia. Informazioni di terza mano, articoli che puzzano come il pesce marcio, persino una pseudo giornalista spedita a Varadero tutto compreso per firmare il reportage più idiota della storia.

Ecco, il fatto che Vargas Llosa ritenga questo periodico degno del suo sostegno, invece, mi fa parecchio incazzare, ché questo è il Palante del giornalismo, una presa per il culo in gigabyte, un incredibile circo di puttanate dove si fa a gara a chi la spara più grossa e a chi racconta il fatto più risaputo. Già ve l’ho già detto, non sono invidioso, ma a questo punto lo apro anch’io un periodico, comincio a dire che me lo sequestrano, che mi boicottano, che al governo gli fa tanta paura tutto quel che scrivo, poi comincio, racconto del Mondiale di calcio, dico che pure a Cuba lo guardano, riferisco che a Varadero si mangia a crepapelle, invece a Luyanó si fa la fame, parlo di droga un tanto al chilo, senza documentarmi, tanto che cazzo serve, faccio narrativa, letteratura, fiction, mica giornalismo… Poi mi metto a vedere l’effetto che fa, aspetto i premi, vado un po’ in giro per il mondo, faccio la vittima che paga sempre, dico che mi perseguitano, prima di tornare a casa tiro badilate di merda sulla Rivoluzione, magari lo faccio da New York in diretta mondiale, a cena da Obama, ché tanto m’invita, sono più che certo.

Va bene, via, le nostre cazzate le abbiamo dette, per oggi, tanto io scrivo un blog, ho la patente di sparaballe a piede libero, dico quel che mi pare e rispondo solo a me stesso. Non faccio neppure letteratura, non sono Cabrera Infante né Padura Fuentes. Sono soltanto Alejandro Torreguitart, scrittore di poco conto, non m’invita nessuno a dire quel che penso, pure quel fesso che mi traduce, il camaján marito di mia cugina, dice che non c’ha il becco d’un quattrino. Cazzo, rispondo, lavoravi per Yoani e non hai soldi per invitarmi in Italia? Tutti i fessi li incontro io, guarda. Andiamo avanti così. Facciamoci del male.

 

Alejandro Torreguitart Ruiz

L’Avana, 23 giugno 2014

Traduzione di Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Il periodico di Yoani
  Yoani Sánchez intervista Joe Biden
  Gordiano Lupi. Leggendo 14ymedio...
  Gordiano Lupi. 14ymedio visibile anche a Cuba
  Omar Santana in merito alla visita del Presidente di Google a Cuba
  Yoani accusa: “Il governo cubano mi censura!”
  Yoani Sánchez. C'è “14ymedio” per il momento, signori della Sicurezza di Stato
  Cuba: Nasce il periodico di Yoani
  Arriva 14ymedio
  Tania Quintero. 14ymedio, lo spazio web che fa il gioco del regime
  Cuba. Il periodico di Yoani e la censura del regime
  Miriam Celaya. A buon intenditor…
  Gordiano Lupi. Un anno di 14ymedio
  Cuba. Di nuovo bloccato 14ymedio
  Orlando Luis Pardo Lazo. Il suicidio del socialismo
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Moriremo tutti, anche se non siamo Cabrera Infante
  Vargas Llosa elogia la blogger Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Mario Vargas Llosa riceve il Nobel per la Letteratura
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il vecchio non tira il calzino
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez intervista Vargas Llosa
  Vargas Llosa e Garcia Marquez, una rivalità eterna
  Una piattaforma per Cuba democratica
  Gordiano Lupi. Piperno vince lo Strega… ed è subito notte!
  Vargas Llosa ricorda i suoi giorni a Cuba con l'ultimo romanzo di Cabrera Infante
  Yoani Sánchez incontra Vargas Llosa in Perù
  Gordiano Lupi. Cuba realizza il primo cartone animato in 3D
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy