Venerdì , 23 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Dialogo Tf
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Marco Lombardi. Il piacere della bellezza
04 Agosto 2015
   

Guardando i campionati mondiali di nuoto in corso in Russia, si ha l'impressione che lo sport costituisca davvero una delle migliori metafore della nostra società. La bramosia dei record, l'incaponirsi sulla prestazione intesa come quantità (di secondi) e non come qualità, ha distrutto uno dei miti dell'educazione fisica e motoria. Per anni nuotare è stato sinonimo, almeno a livelli agonistici, di simmetria, di eleganza, di bellezza del gesto. I campioni del passato, nelle rispettive discipline specialistiche, esprimevano una tecnica sopraffina, in una parola erano “belli”. La bramosia della prestazione cronometrica ha spazzato via tutto e oggi a un nuotatore o a una nuotatrice è chiesto di depilarsi, di indossare tute spaziali, di ipernutrirsi, di passare ore e ore in palestra, fuorché di esprimere una bella nuotata. Oggi si parla, con un eufemismo, di “nuotata efficace” e vedi colossi ambisesso muscolosi come bodybuilder, che spaccano l'acqua a suon di clavate, spesso scomposti, sbilanciati sul lato forte, destro o sinistro, dimenticando l'altra parte del corpo. L'efficacia ha qui una precisa unità di misura, che è il decimo di secondo. Qui sta la metafora con il nostro tempo, un tempo in cui il quanto prevale sul come e spesso, perdendo l'importanza del percorso, si smarrisce anche la meta. Si crea solo un'enorme schiuma, come quella sollevata in acqua e anche il risultato quantitativo, per quanto matematicamente provato, alla fine si svuota. Secondo una recente inchiesta, a causa del doping, una medaglia su due assegnata in atletica dal 2001 al 2012, sarebbe da revocare. Ecco, la nostra è una società dopata e quando l'effetto della droga finisce, si scopre nuda, con in pugno una manciata di numeri che non dicono più niente avendo perso ormai il piacere della bellezza delle cose. (Marco Lombardi)


 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 4 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy