Domenica , 19 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Poesia visiva
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ferrara. Maurizio Osti alla Galleria del Carbone 
Ritmi di una cosmogonia individuale
11 Maggio 2017
 

inaugurazione

sabato 13 maggio 2017

alle ore 18

maurizio osti

ritmi di una cosmogonia individuale

testo in catalogo di pasquale fameli

 

dal 13 al 28 maggio 2017

alla galleria “del carbone”

via del carbone 18/a ferrara

ORARIO: dal mercoledì al venerdì 17.00-20.00;

sabato e festivi 11:00-12:30  17:00-20:00; lunedì e martedì chiuso

 

Sabato 13 Maggio 2017 alle ore 18:00 inaugura alla Galleria del Carbone la mostra personale Ritmi di una cosmogonia individuale di Maurizio Osti, artista visuale di Sasso Marconi, ex docente di Grafica presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nella rassegna ferrarese Osti presenta un nucleo di opere dette Miniature, frutto di una triplice lotta tra indice, icona e simbolo ed i Lybris, totem realizzati destrutturando libri, fumetti o riviste di vario genere. “Il processo di realizzazione dell’opera vede la ripetizione di un gesto semplice farsi rituale di conversione del prosaico nel magico e del multiplo nell’unico”, come scrive Pasquale Fameli nella presentazione in catalogo.

L’iniziativa culturale gode del Patrocinio del Comune di Ferrara, e rimarrà in parete fino al 28 Maggio con i seguenti orari: dal mercoledì al venerdì 17:00-20:00; sabato e festivi 11:00-12:30 e 17:00-20:00.

 

 

Maurizio Osti. Artista per vocazione, grafico per necessità è nato a Sasso Marconi (Bologna) nel 1944. Si è diplomato al corso di disegno industriale presso l’Istituto Tecnico Industriale Aldini Valeriani già scuola di Arti e mestieri di Bologna, nel 1964. Opera all’interno delle arti visive rivestendo diversi ruoli: è artista, ex docente di Grafica presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. La sua formazione avviene nel vasto territorio della Poesia Visuale, della Nuova Scrittura, dell’Arte Concettuale e della Minimal Art. Negli anni ’70 la sua ricerca si muove lungo la linea analitico-concettuale. Nel suo lavoro è centrale l’idea del doppio che si sviluppa in articolate antinomie nelle quali spesso si alternano le categorie di ordine/disordine, apollineo/dionisiaco. Sono autentici ‘teoremi visivi’, basati su opposizioni dialettiche.

Verso la metà degli anni ‘80 e per circa un decennio, la sua ricerca sempre rivolta a cogliere strutture archetipiche, si arricchisce di una investigazione del sentire mitico espressione di una tensione metafisica che necessariamente ripropone il tema della tradizione come forma di conoscenza magico-poetica che non rifiuti l’idea della pittura e del disegno ma piuttosto li sappia far lievitare come ‘enigma perturbante’. Nel ‘94 conierà il termine ‘Icone d’Occidente’ attraverso l’invenzione del disegno a grafite e silicone espressione dell’Uno come principio unificante nella perenne oscillazione tra invenzione ed evocazione. Con Caosmo, alcuni anni dopo, Osti, realizzando opere dalla struttura duale, espressione simbolica della cultura secolarizzata dell’occidente, riprende e riallaccia il rapporto coi linguaggi tecnologici.

Da sempre Osti opera sia come artista visivo attraverso mostre nazionali e internazionali che nel campo della grafica editoriale, rivolgendo i suoi interessi prevalentemente al campo dell’illustrazione e del graphic design. Ha realizzato una numerosa serie di opere di grafica editoriale, manifesti, copertine, grafica di pubblica utilità, ex libris, monogrammi, marchi, caratteri tipografici, siti internet.



 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy