Sabato , 20 Ottobre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > AgriCultura > Cosa bolle in culdera
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Piccoli orticoltori all'Hortus Conclusus di Belfort
10 Febbraio 2015
 

Quasi in concomitanza con l'avvio del Corso di Avviamento alle pratiche agricole, due Associazioni del Cartello di OAM hanno iniziato un'altra interessante esperienza "orticola" con gli alunni dela Scuola Primaria di Piuro

 

 

È iniziata il pomeriggio di mercoledì 4 febbraio, a Borgonuovo di Piuro l'attività sul campo per il ripristino nella sua funzione originaria dell'hortus conclusus di Belfort e la messa a dimora da parte di giovanissimi orticoltori di piante officinali e della tradizione popolare.

Il recupero dell'hortus conclusus di Belfort, proposto dall'Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro e supportato dall'Associazione Baite, sta vedendo come protagonisti gli alunni della classe V della scuola primaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo “G. Bertacchi” di Chiavenna, sezione staccata di Prosto di Piuro.

Gli alunni, seguiti dall'insegnante Mirella Gallegioni, ogni martedì pomeriggio, in orario scolastico, si recano nella sede di Baite per i laboratori multimediali e creativi. Dopo aver affrontato lo studio della storia degli hortus conclusus hanno deciso di "adottare" l'hortus di Belfort.

Il progetto restituirà alla comunità un bene del patrimonio storico locale. Il percorso didattico offerto ai ragazzi ha un'ampia valenza formativa e sociale. Ora stanno imparando a ipotizzare, progettare, pianificare, poi potranno verificare e comprendere la complessità della gestione e cura di un orto. In tal modo si avvicineranno alla natura, riappropriandosi di quell'antico contatto con la terra che, a partire dalla seconda metà del XX, si è progressivamente perso.

Alla fine del percorso, oltre ad aver visto concretizzarsi giorno dopo giorno la loro idea progettuale, avranno la consapevolezza di essere diventati custodi di una parte del territorio e, avendo conosciuto e lavorato con più persone iscritte alle associazioni partecipanti al progetto, si sentiranno parte attiva nella propria comunità.

 

INSIEME SI PUÒ

 

All'inizio dell'autunno, la classe, accompagnata dal presidente dell'Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro Gianni Lisignoli, ha fatto un primo sopralluogo all'hortus conclusus di Belfort. I ragazzi, con la regia di Lucia Gianoli hanno effettuato le prime riprese e pubblicato in seguito la news sul sito www.valchiavennawebtv.org.

Lo staff di Baite e l'insegnante di classe Mirella Gallegioni hanno quindi concordato le successive fasi del percorso didattico, di seguito esplicitate:

- realizzazione e pubblicazione di news;

- produzione di un mini-documentario sulla storia dell'Hortus conclusus;

- raccolta di video-testimonianze per recuperare informazioni sull'hortus conclusus di Belfort;

- video-inchiesta per valutare la conoscenza dello stesso da parte dei Piuraschi;

- ricerche e disegni a mano libera di piante officinali, una per alunno, per creare un erbario virtuale

- pubblicazione delle schede botaniche sul sito www.valbregagliawebtv.org

 

Seguiranno la semina delle piante e la documentazione con fotografie delle fasi di crescita di ogni pianta. Il contatto con semi o con talee, previsto a partire da febbraio, sotto la guida del botanico Saul Caligari, darà modo ai ragazzi di osservare i cicli vitali delle piante.

Le aule della vecchia scuola di Borgonuovo, messa a disposizione dal comune di Piuro e sede di Baite e dell'Associazione italo-svizzera per gli scavi di Piuro, ospiteranno nei mesi freddi le piantine fino alla messa a dimora nell'Hortus conclus di Belfort. Si procederà quindi con l'aiuto di un membro dell'associazione italo-svizzera Sandro Del Curto e alcuni volontari, al ricupero vero e proprio dell'hortus. I ragazzi ne avranno cura fino all'inizio dell'estate, quando l'hortus potrà essere finalmente visitato e goduto dai residenti e da turisti.

Alle stelle l'entusiasmo degli scolari che mercoledì hanno sfidato il freddo pungente per fissare sul terreno, sotto la guida di Saul Caligari, i picchetti che delimiteranno aiuole e vialetti dell'hortus.

 

William Vaninetti

per conto delle Associazioni di OAM


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.6%
NO
 24.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy