Martedì , 16 Gennaio 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > AgriCultura > Cosa bolle in culdera
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Formaggi infetti dall'Austria provocano 6 morti. Allertato il ministero della Salute
21 Febbraio 2010
   

La notizia. Il perché dell'allarme tardivo

Il 23 gennaio 2010, il produttore caseario stiriano Prolactal annuncia il ritiro dai negozi di determinati prodotti a titolo precauzionale, specificando che in alcuni campioni è stata rilevata la listeria, e per questo motivo ne sospende anche la produzione. Troppo tardi: in Austria 12 persone sono già state infettate dai batteri e quattro ne sono morte; altri due decessi sono venuti alla luce in Germania -tutti e sei risalgono al secondo semestre del 2009.

Perché una reazione tanto tardiva? Prolactal si dice “sconvolta” dalla notizia dei morti, di cui non sapeva nulla fino a ieri, 16 febbraio. Da parte loro, le autorità sostengono d'essere arrivate sulla traccia giusta attraverso i biglietti della spesa dei pazienti, e che solo a gennaio è stato possibile identificare in Prolactal “il colpevole”. «Prima di sapere da dove, non potevamo dare l'allarme», si giustifica il ministero della Sanità.

I batteri della listeria sono molto diffusi (nel terreno, nelle acque di scarico) e possono infettare uomini e animali. I veicoli che li fanno entrare nel corpo umano sono la frutta non lavata, la carne cruda, il latte non pastorizzato, i latticini. Le listerie infettano molte persone, ma la maggior parte non se ne accorge; alcuni possono però accusare malessere, diarrea e vomito a distanza di dodici ore. Viceversa, costituiscono un grosso rischio per bambini piccoli, anziani, immunodeficienti e donne incinte.

È bene tener presente che i batteri della listeria non li elimina il freddo del frigorifero, bensì la bollitura, la cottura e la pastorizzazione.

 

Il commento di Primo Mastrantoni

Dodici le persone infettate, sei morti, quattro in Austria e due in Germania, a causa di formaggi infettati dalla Listeria. Sotto accusa il produttore caseario austriaco Prolactal (130 dipendenti, cinque siti aziendali, 65 milioni di euro di entrate, produzione di latte e derivati per l'industria). La notizia dell'inquinamento dei formaggi da Listeria era già stata data dalla nostra associazione. Piuttosto laconico il comunicato della Prolactal.* Benché le morti risalgono al secondo semestre dello scorso anno l'allarme è stato dato con ritardo perché, spiegano le autorità sanitarie austriache, non si conosceva l'origine dei decessi e ci si è arrivati attraverso l'analisi della spesa delle persone. I formaggi sono stati ritirati dall'intera catena distributiva dell'Austria e dalla catena Lidl in Germania.

Questi formaggi sono presenti anche in Italia? È una domanda che giriamo al ministero della Salute. La Listeria (listeria monocytogenes) dà luogo alle tossinfezioni alimentari. Si trova nel suolo e nelle acque, e quindi può facilmente contaminare ortaggi e verdure. La Listeria viene uccisa dai processi di pastorizzazione e cottura, ma i cibi possono essere contaminati anche dopo la cottura e prima della vendita. 

 

ADUC Salute

 

 

* www.prolactal.com/uploads/media/Prolactal_Information_25.01.2010_01.pdf


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 63.2%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy