Martedì , 22 Settembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lidia Menapace. Il Palazzo si svuota 
(Tra gli ultimi scampoli, auguri a Rosangela)
28 Febbraio 2008
 

Era impressionante ieri, alla penultima seduta del Senato vedere al banco dei relatori in perfetta sintonia il sen. Tonini ex Margherita e il sen. De Gregorio ex molte cose ma sempre di destra, vicini e concordi su tutto. Si trattava delle missioni militari all'estero e del Kossovo. Io forse ero ancor più colpita, dato che con De Gregorio ho avuto un “incidente di percorso” all'inizio della legislatura, ma insomma il futuro assetto da grande coalizione era già visibile, non solo per la vicinanza fisica, ma soprattutto per l'identità politica. Corretto e come sempre approvabile e informato nelle repliche il viceministro degli esteri Intini che ha persino citato come interessante la proposta di comperare in Afghanistan il raccolto del papavero da oppio, per venderlo alle industrie farmaceutiche: la coltivazione del papavero si è decuplicata negli anni della guerra. Sul Kossovo ha cercato di difendere debolmente la posizione di D'Alema, indifendibile per l'assoluta subalternità all'amministrazione Bush persino quando sta per cadere, ribadendo invece che per l'Europa è essenziale recuperare un buon rapporto con la Serbia e non isolare la Russia circondandola di paesi ex-satelliti, fatti diventare ostili e minacciosi (scudo spaziale e Polonia). Con la dichiarazione unilaterale di indipendenza il Kòssovo, diventato Kossòva si trasforma in un minuscolo stato etnico (poco più grande dell'Umbria) che non ha risorse, tranne la prostituzione e il vivace commercio della droga, e che deve mettere in piedi una politica di diritti civili per la minoranza serba e albanese non kosovara. La notizia più allarmante è che il piccolo stato ospita la più grande base militare americana al mondo fuori dei confini USA.

 

Molto meno approvabile, invece l'altro sottosegretario presente, Forcieri della Difesa, ancor più a destra di De Gregorio. Forcieri è un guerrafondaio che si tratteneva, ma si vede che ora si sente libero di dispiegare tutto il suo militarismo: si è detto favorevole ad “adeguare” la Costituzione italiana per fare un nuovo modello di difesa ed essere tra i primi in Europa a fare il balzo verso un armamento più pesante e addestramento più aggressivo. Quando dicevo che era indispensabile un convegno sul concetto di difesa, ci avevo preso. Riprenderemo il discorso.

 

Oggi poi discutendo con Luis del Roio il nostro compagno senatore brasiliano gli esponevo alcune idee che ho sull'Europa neutrale e sul non allineamento dell'America latina, che potrebbero essere un disegno geopolitico di un certo interesse e potrebbero portare a una riforma delle N.U. Si è mostrato interessato e anche -compatibilmente col fatto che nessuno di noi sa dove finirà- si è detto disposto a pensare a qualche gruppo di riflessione in argomento.

 

Domattina sarò alla sede nazionale di Rifondazione per la questione delle candidature, vi racconterò subito. Intanto sono molto contenta che a Rosangela Pesenti sia stata fatta la proposta di candidatura credo da Sinistra democratica di Bergamo per la Sinistra Arcobaleno. Benissimo, incrociamo le dita.

 

Oggi il fondo del Corriere era molto interessante già dal titolo: «Non c'è nessun voto inutile» che avevo previsto sarebbe uscito, ma non credevo così presto e tanto chiaramente. Dopo aver fatto un elogio sperticato al bipartitismo che è all'orizzonte con grande velocità, l'articolista continuava dicendo che però anche un bel centro non si può considerare inutile, e a questo punto anche la Sinistra diventa utile, almeno per sostenere simmetricamente l'allargamento al centro: sicché i voti utili sono quelli per Veltroni e Berlusconi, ma anche per Casini e area 'Rosa bianca', e infine per la Sinistra arcobaleno. Noi ci doveva includere, ma ci fa comunque gioco. La ragione vera è che -come avevo accennato- la Cei non ha ancora deciso se vuole una denominazione cristiana e i cattolici politicamente riuniti o non c'è concordia tra tutti i vescovi e cardinali e comunque la Chiesa non può sperare che tutti i cattolici si riuniscano in un solo partito, dato che anche Berlusconi e Fini difenderanno i loro cattolici.

Coraggiose e di buon senso le parole di Bindi e Parisi che non vogliono correnti cattoliche nei partiti e comunque non nel PD.

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Il reportage di Iacona sul Kosovo (Rai 3)
  Bruna Spagnuolo: Uno sguardo ai Balcani/ Kosovo... (2)
  Bruna Spagnuolo: Sguardo ai Balcani e al fiume Ibar in Kosovo (1)
  Lidia Menapace. Discorrendo sulle autonomie
  Rocco Del Nero. CARTOLINE DAL KOSOVO
  Afghanistan. La parlamentare Malalai Joya racconta
  Marco Perduca. Afghanistan-Oppio: cogliere presunta diminuzione per radicale cambio di politica
  Sweeta Noori. Come donna afgana...
  Ritiro del contingente militare italiano in Afghanistan
  Un bel mercoledì
  Gigi Fioravanti. Buongiorno! Venerdì 1 e lunedi 4, due appuntamenti
  Rosario Amico Roxas: “Dentro” l’Afghanistan. Parte seconda
  Acquisto legale di oppio afghano per farne morfina?
  Renato Pierri. Il dovere dello Stato
  Droga. Rapporto INCB
  A sostegno della deputata afgana Malalai Joya. Giovedì 21 giugno a Milano
  Maria G. Di Rienzo. Il dolore degli altri
  Afghanistan. Intervista a un “signore della guerra” sul viale del tramonto
  I Talebani si finanziano con il narcotraffico
  Legalizzazione oppio. Una soluzione politica in Afghanistan e umanitaria nel mondo
  Maria G. Di Rienzo. Maryam
  Afghanistan. Menapace: Il governo italiano proponga una tregua e una conferenza internazionale
  Maria G. Di Rienzo. Afghanistan, quello che so
  Vetrina/ Antonietta Volontè – Giorgio Gianoncelli. Guerra Tanti, troppi – 9 ottobre 2010, Afganistan
  Maria G. Di Rienzo. Una bambina afgana
  Marco Perduca. Afghanistan: il rapporto Onu sull'oppio
  Una faccenduola e una faccenda seria. Per arrivare a su cosa poggi e cosa sia la democrazia
  Rosario Amico Roxas: “Dentro” l’Afghanistan. Parte prima.
  Maria G. Di Rienzo. Afghanistan: vorrei davvero non parlarne più anch'io, scusatemi
  Lidia Menapace. Rebus Afghanistan: ipotesi e proposte
  Matteo Mecacci. La spericolata politica estera di Berlusconi
  Raniero La Valle. I cocci del Medio Oriente
  Aunohita Mojumdar. Afghanistan. Se la libertà è morte
  Il Libano ha da insegnar qualcosa per l'Afghanistan
  Lidia Menapace. Sulla formazione dello spirito critico
  Afghanistan. Staderini: “La vera bomba è quella antiproibizionista”
  Afghanistan: un ritiro che non sia una ritirata
  Afghanistan. Amnistia per i crimini di guerra in nome della riconciliazione nazionale
  Informazione, uranio impoverito, missione afgana
  Rod Nordland e Alissa J. Rubin. Afghanistan. Bambine vittime di matrimoni forzati
  Bisogna che l'uso delle armi sia breve. E meglio se se ne può fare a meno
  Prodi, Gentiloni, il transfuga dipietrista De Gregorio e... la “prima volta” dell'auto blu
  Uranio impoverito. "Fatemi lasciare le consegne"
  Lorenzo Forcieri. “Capriccio di un guerrafondaio?”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy