Venerdì , 16 Novembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Barbara Bonvicini. Cannabis Terapeutica in Lombardia 
La delibera approvata il 2 agosto dalla Giunta regionale dona speranza a migliaia di malati
22 Agosto 2018
 

Il “nuovo” governo della Lombardia sembra essersi accorto che siamo nel 2018 e, dal momento dell’insediamento, ha lavorato “alacremente” aprendo un tavolo con il governo e confezionando una delibera che, proprio perché in ritardo, avrebbe dovuto essere la migliore di tutta Italia. L’argomento? La Cannabis Terapeutica.

Stesso Assessore alla Sanità della scorsa legislatura, stessi funzionari, stessa maggioranza (inferiore a quella di Fontana), stessa opposizione, che peraltro aveva presentato due proposte di legge per la regolamentazione dei farmaci cannabinoidi, stesso De Corato che, ora come allora, sbucava dai vicoli bui spaventandoti con storie in cui i bambini mangiano un’infiorescenza e muoiono.

Cosa manca rispetto allo scorso quinquennio? La proposta di legge popolare, con obbligo di discussione mai rispettato dal consiglio, firmata da oltre 6.000 cittadini. Dopo due anni di silenzio, il 9 gennaio 2018, in piena campagna elettorale, è stata votata, dalla III Commissione prima e dal Consiglio regionale poi, la NON discussione degli articoli della proposta, rendendo carta straccia la legge e i diritti politici dei cittadini. Se in due anni l’avessero almeno letta, si sarebbero resi conto che conteneva il coinvolgimento dei centri per le cure palliative e un programma definito sul monitoraggio delle richieste e del fabbisogno lombardo di farmaco, che la “delibera più bella d’Italia” non prevede.

Ad ogni modo, meglio tardi che mai, la delibera approvata il 2 agosto scorso dona speranza alle migliaia di malati che prima potevano contare su solo 20 medici prescrittori in tutta la regione, sulle famiglie per i soldi necessari a pagare i piani terapeutici, sui Santi e sugli spaccini. Dopo 10 anni di ritardi è il caso di festeggiare.

Noi invece torniamo subito al lavoro con accessi agli atti e raccolte dati, perché finalmente la Lombardia può giocare il ruolo chiave che avrebbe sempre dovuto avere, nel condizionare la quantità di Cannabis prodotta e importata a livello nazionale. Quindi “in canna”, che sarà un autunno impegnativo.

 

Barbara Bonvicini

Associazione Enzo Tortora – Radicali Milano

 

 

Ps. A tutti coloro che al freddo e al caldo hanno raccolto le firme va il merito di avere, per primi, aperto un varco di discussione, di informazione e di riforma. Se non ci foste stati, chissà quanto tempo ancora sarebbe servito.


Articoli correlati

  Cannabis terapeutica. Da Rovigo e Firenze parte la produzione italiana?
  Cannabis terapeutica. A Rovigo 40 mila euro in fumo!
  Cappato, Gallo, Soldo: Cannabis, attenti al decreto che giunge in Parlamento per la conversione
  Pietro Yates Moretti. Cannabis terapeutica. Un plauso al legislatore e al Governo
  Cannabis terapeutica: nessuna attenzione per i malati
  Cannabis. Quarantamila Euro in 'fumo' invece che in farmaci. Intervenga subito il Governo!
  Droghe. Grazie, Giovanardi! Grazie, Procura di Ferrara!
  Cannabis terapeutica. Bene, Turco, ma cominciamo dall'abrogazione della legge Fini-Giovanardi
  Gazebo radicali per il testamento biologico in Lombardia
  Cannabis 2. Manifestazione antiproibizionista davanti a Montecitorio
  Vincenzo Donvito. Cannabis terapeu­ti­ca e non solo. Quan­to tempo perso…
  Cannabis terapeutica. Molto positiva legge Veneto per diritto alla salute
  Terapie dolore e cannabis terapeutica
  Cannabis terapeutica: l'iniziativa radicale nonviolenta di disobbedienza civile
  Roma. Cannabis: disobbedienza dei Radicali
  Cannabis terapeutica. Il ministro della salute denuncia ritardi
  Cure palliative. Italia garantisca diritto dei malati a non soffrire
  Ritiro del contingente militare italiano in Afghanistan
  Milano. Impallinata la caccia in deroga!
  Approvato il Programma Regionale di Sviluppo in Lombardia
  Michele Usuelli. Caccia in deroga in Lombardia
  Migranti. Usuelli (+Europa): “Definire accoglienza in Europa su modello di Riace”
  Michele Usuelli. Tempi di attesa per le prestazioni ambulatoriali in Lombardia
  Usuelli (+Europa con Emma Bonino): I numeri dicono che l’eccellenza è lontana, per questo sono tenuti nascosti
  Regione Lombardia. Cattaneo: “Nessuna illegalità”
  L'Antiproibizionista. Una “semina proibita” a Milano
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy