Giovedì , 18 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Carlo Oliva. Arredi controversi
 
Commenti presenti : 4 In questa pagina : da 1 a 4
   08-11-2009
Risposta a sillogismo: quando si parla di logica è necessario cercare di essere logici, credo.
Nel suo commento, sinceramente, faccio un po' fatica a trovare qualcosa di logico, forse c'è una logica a monte, ma questa è allora una logica di parte.
Come si può dire che il crocifisso è un'imposizione e poi dire che è un'ingiustizia obbligare a metterlo e risolvere il problema parlando di libera scelta imponendo la volontà della maggioranza? Ma lei sa che i diritti costituzionali sono garantiti anche al singolo cittadino? Infatti coloro che sono ricorsi alla Corte Europea dei diritti umani erano due genitori.
Purtroppo la confusione che pervade l'Italia in questi giorni, supportata dalle "libere" televisioni e dai politici opportunisti per le loro oscure mire di potere, nasce da un grave problema italico quello dell'ignoranza assoluta nei confronti della Costituzione della Repubblica Italiana diffusa a tutti i livelli.
Nessuno la conosce, nessuno conosce le sentenze della Corte Costituzionale a garanzia dei diritti di tutti i cittadini, nessuno conosce le profonde riflessioni dei padri costituzionalisti per evitare l'imposizione del volere della maggioranza a discapito dei diritti delle minoranze, loro conoscevano bene il problema avendo assistito alla nascita del fascismo ed alle successive pessime evoluzioni.
Informarsi cari e riflettere che l'unico baluardo ai totalitarismi è la Costituzione, ovviamente quella che vive nella società non quella appesa nei cessi come carta.....
Per quanto riguarda le, mi scusi, scempiaggini sulla datazione degli eventi, sulle feste e sulle vacanze, lasciamo stare poiché sono solo segni dell'imposizione, anche violenta, di un'ideologia sulla vita quotidiana dei popoli europei, ecc.
Se noi europei fossimo stati conquistati dagli Aztechi, oggi festeggeremmo la nascita di Huitzilopochtli e di Quetzalcoatl, o no?! Per questo motivo non dovremmo andare in vacanza? Non dimentichiamo, poi, che ferie, domenica libera, 8 ore di lavoro al giorno sono tutte conquiste dei lavoratori cristiani, ebrei, atei, ecc.
andrea   
 
   07-11-2009
Leggetevi Magris, che è meglio...

http://www.corriere.it/editoriali/09_novembre_07/Il-crocifisso-simbolo-di-sofferenza-che-non-puo-offendere-nessuno-claudio-magris_bbaa4b9e-cb6d-11de-8d35-00144f02aabc.shtml



Rita P.   
 
   07-11-2009
Trovo l'articolo, che seppur parte bene, decisamente scadente e banale nelle sue esplicazioni.
C.    
 
   06-11-2009
Obbligare a togliere il Crocifisso è un'imposizione che ha la stessa gravità e ingiustizia dell'obbligare a metterlo. Si lasci libera scelta, dunque! Ci sono non credenti cui la presenza del Crocifisso non ha mai dato fastidio. Ce ne sono altri invece che non lo tollerano. Che in una classe, dunque, se proprio la questione si fa scottante e occasione di scontro, se ne discuta, e vinca la maggioranza! Però, mi si conceda una considerazione. Premetto che non sono praticante e la mia fede invece che sorreggermi, vacilla lei stessa e anche parecchio (questo per chiarire la mia posizione: tutto fuorché catto-integralista, quindi). Se chi si scaglia con tutto se stesso contro il Crocifisso si sente tanto offeso e calpestato nella propria laicità e nella propria libertà, ebbene, per coerenza dovrebbe istituirsi un altro calendario perché il computo dei nostri anni parte dalla nascita di Cristo (e qui, come la mettiamo?!?), magari basandosi sulla nascita, che so, di Bakunin o di Proudhon. E quando tutti se ne stanno a casa all'Immacolata, a Natale, all'Epifania, a Pasqua e ogni "santa" domenica, se ne vada a lavorare! Questo per ribadire, anche con argomenti abbastanza banali, se vogliamo, che Cristo e Crocifisso non sono "soltanto" simboli di fede, bensì parte integrante della cultura occidentale, a partire dalle nostre agende! Se poi i convinti "epuratori" rimangono della loro rigida opinione, considerino che in gioco ci sono pure le vacanze! La coerenza è coerenza. La logica è logica. Illuminista, cristiana, atea che sia.
sillogismo   
 
| 1 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.8%
NO
 35.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy