Mercoledì , 06 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Ricordo di Mario Luzi per tutti i lettori e per gli studenti
 
Commenti presenti : 10 In questa pagina : da 1 a 10
   08-06-2009
Quale spazio possiamo affidare alla speranza oggi?
«La speranza non ha bisogno di spazio. È una forma dell’anima. Anche se la comprimi, la speranza finisce per vivere. La speranza è contrastata dalla realtà oggi più di sempre, ma è indomabile».
Ho ritrovato queste parole del poeta Luzi nel discorso di Barak Obama all'università del Cairo: "La Speranza" è indomabile


Solima   
 
   23-05-2009
Cosa pensano i poeti oggi della condizione dell'uomo? Mi piacerebbe che qualche poeta mi rispondesse. Mi piacerebbe che rileggesse Luzi.
Maria Sofia   
 
   22-05-2009

Ringrazio tutti voi, per tenere accesa la fiaccola del dialogo che a distanza di anni è ancora viva nei nostri cuori. Baudelaire come Luzi, come tutta la poesia, sono bagliori di verità che ci accomunano. Mi dite che nel ricordo, leggete poesia, scrivete versi, amate l'arte, tutto ciò dona una gioia immensa nel buio che tende a sovrastarci; al tempo un granello maturò. Posso immaginare i vostri nomi ma non averne la certezza, nè vi chiedo di saperli "è superfluo",continuate pure a scrivere tra queste pagine (questo spazio è riservato ai lettori) ma se in privato vi venisse il desiderio di svelarvi, lo gradirò.
A. L.   
 
   21-05-2009

A Lei, prof
Si ricorda, prof, quando ci leggeva le poesie di Baudelaire? E chi dimentica il suono di Corrispondenze? “La Natura è un tempio”, diceva il poeta e i suoi occhi s’illuminavano nella lettura. Prof, Baudelaire oggi è vivo molto più di allora e la poesia resta l’interprete più viva del nostro stato sociale. Oggi, ho quasi trent’anni e ho scritto una raccolta di poesie; mi piacerebbe tanto fargliele leggere.

L’albatros

Spesso, per dilettarsi, gli uomini della ciurma
catturano gli albatros, grandi uccelli marini
che seguono, indolenti compagni di viaggio,
la nave che scivola sugli amari flutti .

Appena deposti sulle assi della tolda
questi re dell'azzurro, maldestri e vergognosi
lasciano pietosamente le grandi ali bianche
trascinarsi come remi accanto a sè.

Quant'è è goffo e fiacco questo viaggiatore alato!
Lui, prima così bello, quant'è comico e brutto!
Uno tormenta il suo becco con un mozzicone acceso,
l'altro mima, zoppicando, l'infermo che volava.

Il Poeta assomiglia al principe delle nubi
che sfida la tempesta e sbeffeggia l'arciere;
esiliato al suolo in mezzo al baccano
le sue ali di gigante gli impediscono il cammino.
C. Baudelaire

…esiliato al suolo in mezzo al baccano
le sue ali di gigante gli impediscono il cammino.

In questi versi, sono io e tutti i giovani, ai quali la società, come al poeta, impedisce il cammino.


A Lei, prof   
 
   20-05-2009

Prof si ricorda? Un giorno la leggemmo insieme:

Dove mi porti, mia arte?
Dove mi porti, mia arte?
in che remoto
deserto territorio
a un tratto mi balestri?

In che paradiso di salute,
di luce e libertà,
arte, per incantesimo mi scorti?

Mia? Non è mia questa arte,
la pratico, la affino,
le apro le riserve
umane di dolore,
lei di ardore
e di contemplazione
nei cieli in cui m'inoltro...

Oh mia indecifrabile conditio,
mia insostenibile incarnazione!

Mario Luzi, da Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini.

Arte. Ancora grazie per il suo amore per l'arte. E' lontano quel tempo ma mi dedico a mostre e musei e scrivo qualche verso.
Arrivederci prof
Arrivederci prof   
 
   19-05-2009
Oggi è difficile trovare sui giornali interviste così. Una volta con gli articoli dei giornali si faceva lezione, oggi non c'è più nulla, anzi è meglio non leggerli. Per fortuna che da voi di Tellus le cose buone ritornano.
Mario Manfredi   
 
   15-05-2009
Gentile prof.ssa Lanzetta, alcuni commenti giungono in sigla. Segno che l'stensore del commento vuole mantenere questo filtro sul suo nome e cognome. In genere richiedere un surplus di identità a poche serve. Redazione TF
Redazione TF   
 
   15-05-2009

Gentile estimatore, perchè non si presenta? Gradirei conoscere il Suo nome. Grazie.

A: L.   
 
   14-05-2009
Importantissima questa iniziativa di far rileggere interviste comparse sulla stampa. Ma perché le prof come la Lanzetta non vengono clonate e poi immesse nella scuola? Da tellufolio la seguo e capisco che insegna moltissimo con l'antica sensibilità e un nuovo mezzo: la rete. Cioè tellusfolio.
Un estimatore   
 
   14-05-2009

Che cosa avrebbe detto il poeta Mario Luzi, oggi? Rileggere il suo pensiero è bellissimo, è come una chiara sorgente che scorre limpida.
Massimiliano   
 
| 1 | 2 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy