Lunedì , 27 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Liberato il cantante anti-castrista Gorki Águila
Era stato arrestato lunedì dalla polizia cubana
 
Commenti presenti : 10 In questa pagina : da 1 a 10
   04-09-2008
Caro Nino, effettivamente, non è consuetudine l’arresto fino a giudizio per disturbare con rumori; si fa solo in casi di resistenza o disobbedienza. Da quanto detto, non era il caso, però non sono sicuro che sia tutto. Per esempio non capisco come del fulmineo arresto c’era la stampa; per di più, nell’attesa dell’uragano. Il sito Informa-azione dice che fu per «disturbi», il giornale spagnolo El País dice per «disobbedienza» e Cubanet per «disordine pubblico». Gorki raccontò via telefonica* ad Olance Nogueras di Noticias 41 (AmericaTv) che erano venuti [i poliziotti] «a umiliarmi» , «per farmi una sorta d’avvertenza» e «allegando cose come che molestava alla comunità». Le parole di Gorki raffermano che la pericolosità pre delittiva non sia stata considerata e anche l’arresto premeditato. Effettivamente, si veda che gli stessi che diffusero la notizia hanno assicurato pure che non esistevano capi di imputazione né espediente istruttorio. E come dire che il cane con la coda mozzata si la morde.
* http://www.youtube.com/watch?v=Gz56V2Gknfk

Leonardo Mesa   
 
   03-09-2008
leonardo,hai detto:non riesco a capire perchè gorki è stato arrestato soltanto per aver provocato un pò di fastidio ai vicini di casa,facendo capire che a cuba è insolito arrestare una persona solo per schiamazzi.Il fatto è che all'inizio l'imputazione non era la disobbedienza,ma la pericolosità predelittiva,in base ai "cattivi" comportamenti del rockero nei confronti del potere cubano.Poi,grazie ad internet,la notizia si è diffusa e il potere giudiziario cubano, subordinato al consiglio di stato,intelligentemente ha evitato di comminare la condanna fino a 4 anni di carcere.Quello che affermo,perciò,non è soltanto una mia ipotesi,ma,mi permetto di osare,forse anche la tua.
nino   
 
   03-09-2008
Caro Nino, il Bureau Politico del Partito non centra con il Consiglio di Stato, anche se molti nomi coincidono. Il primo è fra militanti; il secondo, fra delegati, dove non mancano i militanti. Non analizzo; spiego.
I tribunali sono subordinati amministrativamente alla Assemblea Nazionale e al Consiglio di Stato. Che si voglia riconoscere o non (o ci sia d’accordo o non), sono la massima espressione del potere popolare cubano; per tanto, non è niente di estraneo questa dipendenza. In ogni caso, i tribunali (ovunque) sono sempre subordinati (o dovrebbero esserlo) alla Legge e, di conseguenza, a chi la ditta.
In Cuba nessun tribunale può modificare i capi di imputazione, che è compito della Istruttoria; è evidente, però, che nel caso Gorki si è astenuta d’aggiungere altre accuse, cosa che può fare (oltre le precise denunzie) se ci sono sospetti ed evidenze d’altri reati. Pensare che non si aspettava la reazione internazionale non è plausibile: Cuba è sempre sotto osservazione. Non riesco, invece, a capire perché Gorki è stato arrestato prima del processo se il motivo era soltanto il rumore (!?).

Leonardo Mesa   
 
   03-09-2008
Potevo dire le stesse cose con mie parole è vero ma non vedo dove sia il problema, i fatti caro nino dicono che la sentenza è stata esemplare il resto sono state e sono illazioni. Se qualcuno vuole vederci altre cose libero di farlo ma i fatti sono questi.
tytti   
 
   02-09-2008
titty,sono abituato ad esprimere giudizi in base ai fatti.E i fatti dicono che secondo l'articolo 121 della costituzione cubana i tribunali sono subordinati alla assemblea del poder popular ed al consiglio di stato.Ora,è evidente che il consiglio di stato è composto dal burò politico del partito comunista cubano,che è il potere politico nell'isola.Che in questa questione il potere politico non sia intervenuto ed abbia lasciato nelle mani di un giudice la decisione di quello che è diventato un affaire internazionale,grazie ad internet,mi sembra improbabile,soprattutto per non rovinare i buoni rapporti costruiti in questi anni col governo spagnolo.
nino   
 
   02-09-2008
che tristezza. argomenti e metodi
Massimo   
 
   02-09-2008
Effettivamente questa volta nino ha ragione.
Sai Titty che condivido spesso i tuoi commenti però in questo caso avresti potuto esprimere lo stesso concetto magari con parole tue, non è vero?
Un saluto
Carlo Alberto   
 
   01-09-2008
Caro nino l' ho ripresa perchè mi sembrava adatta per spiegare come vengono creati i casi su Cuba dal nulla. Poi visto che la sentenza esemplare si dice che Fidel se è ancora in grado o Raul ha telefonato al giudice perchè loro il telefonino se lo possono permettere però il giudice no ma se ha i parenti a Miami si boh, e gli ha detto cosa fare. E quando si dicono queste cose senza uno straccio di prova si è pure convinti di quello che si dice.
tytti   
 
   31-08-2008
titty,questa frase che hai scritto l'ho letta su un blog che frequento.L'hai ripresa oppure titty è il nik name del suo autore?E comunque titty il giudice in base alla legislazione cubana non è indipendente dal potere politico.Se ha emanato questa sentenza è perchè qualcuno,in questo caso,gli ha consigliato di farlo,invece di comminare la pericolosità sociale.Personalmente credo che l'intervento della spagna,molto importante nel rilascio di qualche prigioniero politico e nella cancellazione delle sanzioni europee,anche in questa fase si è fatto sentire.
nino   
 
   31-08-2008
Infatti Gorki è stato liberato, perchè il giudice (cubanissimo e trinariciuto) ha ritenuto che non basta rompere tutta la notte le scatole al vicinato e scrivere testi contro Fidel e la Rivoluzione per andare in galera. Per andare in galera come “dissidente” a Cuba, e questa è l’ennesima dimostrazione, non basta essere contrari alla Rivoluzione, ma bisogna prendere soldi dal nemico ed essere in intelligenza con questo, cosa che evidentemente il roquero (che lavora regolarmente come grafico all’ICAIC) non ha fatto.

Dopo l’udienza sia Gorki che gli altri ragazzi del gruppo hanno rilasciato in tutta tranquillità dichiarazioni molto dure alla stampa internazionale, che vari media hanno pubblicato.

tytti   
 
| 1 | 2 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy