Domenica , 22 Luglio 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
A. Torreguitart Ruiz. Le barzellette di Ricardo Alarcón
 
Commenti presenti : 2 In questa pagina : da 1 a 2
   17-07-2007
Ricordo che la narrativa (specie se ironica) non è cronaca politica. Per fare cronaca politica ci sono i saggisti e i politici. Uno scrittore tenta di fare letteratura.
Le critiche sono ben accette e quando sono fondate sui fatti fanno molto piacere.
Grazie

Gordiano Lupi
Gordiano Lupi   
 
   16-07-2007
Ciao Alejandro,
Sono cubano e condivido tante cose con te.
Dovresti chiarire che almeno il delegato della circonscrizione
lo scegliamo direttamente e lo mandiamo fuori quando vogliamo.
E' vero che poi quando arrivano all'assamblea del comune non possono quasi farci niente.Mio padre è stato delegato per 6 anni e si è battuto per il quartiere, perché mettessero l'elettricità e l'acqua e ancora stiamo aspettando.
A novembre del 2005 ho participato alla "resa dei conti" del
delegato del quartiete dove abitano i miei parenti. Tutti si lamentavano perché lei aveva dato i materiali di costruzioni per i danneggiati dell'uragano solo ai parenti suoi e le case dei miei parenti, ancora oggi di fango e foglie di palme, ancora aspettano i materiali.
In ogni caso, questa delegata non è stata scelta la prossima volta. Nessuno dei miei parenti ha votato per lei e ne hanno scelto un altro.
Solo in questo caso, c'è una vera democrazia e non lo puoi
negare.
Il fatto che ti controllino la scheda, lo sai benissimo, se sei cubano come sembra, non è vero perché non c'è scritto il tuo nome sulla scheda e quando fai la croce sei chiuso e nessuno ti controlla.
Puoi dire che la tipa del comitato viene a bussarti alle 6 del mattino per che tu vada a votare, puoi dire che il capo del seggio , come mi è successo una volta, ti chieda di fare il saluto rivoluzionario e dire "voto per la Rivoluzione e Fidel", cosa che io non ho fatto e gli ho chiarito che votavo perché era un mio diritto, ma non
puoi dire che quando voti ti controllano come hai votato.
Tanti miei amici la lasciano vuota o scarabocchiano e a Jiguanì, c'è gente che ci ha pure scritto "abbasso Fidel".

Certo che Alarcòn fa ridere perchè sa benissimo che una volta arrivati all'Assamblea nazionale tutti votano sempre per unanimità e qualunque decisione può essere sovrascritta dal Comandante.
Se amiamo la verità e amiamo Cuba, allora raccontiamola giusta al 100 per cento.
Hidran Arias   
 
| 1 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.9%
NO
 23.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy