Venerdì , 19 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Laboratorio di lettura e Scrittura poetica di Vicenza: Giordano Montanaro. A cura di Ivana Cenci (3)
 
Commenti presenti : 2 In questa pagina : da 1 a 2
   12-11-2007
Essendo stato assente, colgo l'occasione per aggiungere il mio commento alle poesie di Giordano in questo spazio.

Giordano Montanaro è un poeta di carattere, i cui versi racchiudono forza e genuinità. Brevi ma intense per carica emozionale, le liriche scardinano le porte dell’esistenza umana e riconducono alle radici della realtà. Una realtà sicuramente intesa da un punto di vista sociale, imprescindibile tendenza dell’essere pensante. Impegno sociale e politico prendono corpo mostrando, in un conflittuale dualismo, l’essere e il non essere, l’attesa e l’assenza, il nulla ed il tutto, l’amore e la divisione, pur rimanendo in un ambito di circolarità/consequenzialità in cui mai prevalgono completamente gli uni o gli altri aspetti tra loro antagonisti. Giordano indossa “per necessità” la veste del poeta militante, che non può fermarsi di fronte agli errori/orrori della storia, denudando con coraggio il proprio pensiero finalizzato a scuotere le coscienze che si celano nell’io profondo di ogni persona. Il componimento “atti littorici”, estremamente e volutamente duro, funge perciò da diga di contenimento delle “occasioni del passato che poi ritornano”, costituisce un monito contro la pericolosa ciclicità della storia e uno sprone a riscoprire i valori più autentici dell’umanità (in questo caso la libertà). La bellezza della poesia di Giordano si trova nella trasparenza, nella coerente limpidezza che si rivela anche laddove l’amarezza prende campo e sembra prepararsi a fagocitare l’individuo.
Lo stile, in cui non prevalgono lettere maiuscole né viene utilizzata la punteggiatura (il verso breve la sostituisce con maggiore efficacia), dona eguale dignità ad ogni parola, in analogia con la sorte degli uomini che, benché “divisi dal vento e dal mare”, godono di medesimi, inviolabili diritti.

EloZ (poeta).

EloZ   
 
   14-06-2007
Interesssanti alcuni passaggi
toni   
 
| 1 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.6%
NO
 35.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy