Venerdì , 12 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Vetrina/ Maria Lanciotti. oblivion
 
Commenti presenti : 2 In questa pagina : da 1 a 2
   23-01-2021
sicuro Barbarah, una scommessa da non perdere. ricordando che è sotto la neve che germogliano grano e tuberi di erbe e fiori.

la vita va avanti nonostante tutto, ma a quale prezzo? e maggiormente a carico di chi, se non delle ultime generazioni?
ma è proprio per questo che non ci si può tirare indietro, che occorre il massimo sforzo da parte di tutti per contenere gli effetti e le ricadute di una tale catastrofe.

combattere contro il possibile avvilimento aiutandoci l'un l'altro - come tu fai con il tuo incoraggiamento - senza mai smettere di credere al miracolo della vita, alla forza dell'umana volontà:

"Adeschiamo dal cielo la luna
sul palmo della mano - se ci è cara" (M. I. Cvetaeva)






maria    
 
   22-01-2021
Questa poesia parla di oggi, di noi persi, smarriti, smembrati e svogliati, nel senso che non abbiamo più voglie: "dubbi logori più non figliano dubbi". Cade, scivola, si blocca e si impantana il suo sguardo, la sua mossa, il suo scritto. E' vero, ma sta qui germogliare, nella terra fredda, brulla, bruciata, sterile solo se non seminata di nuovo.
Che profumo avevano i gelsomini di Etty Hillesum?
"Il sole illumina questa veranda e un vento lieve accarezza il gelsomino. Vedi dunque, un altro giorno è appena cominciato per me – quanti ne sono trascorsi da stamattina alle 7? Indugio ancora 10 minuti nell’osservare il gelsomino e poi, sulla bicicletta che non ci è stata requisita, vado dal mio amico, che è presente nella mia vita da 16 mesi e mi sembra di conoscere da 1000 anni – anche se a volte mi appare in una luce così nuova e meravigliosa da togliermi il respiro. Sì, il gelsomino. Come è possibile, mio Dio, se ne sta là stretto tra le mura dei vicini e il garage, e vede davanti a sè il tetto piatto, scuro e fangoso del garage. In mezzo a quel grigio, spento color di melma è così radioso, così incontaminato, così esuberante e così delicato come una giovane sposa temeraria che si sia persa nei bassifondi. Qualcosa di assolutamente incomprensibile."
Torniamo a sbocciare, è questa la scommessa che non dobbiamo perdere con la vita...
Barbarah Guglielmana   
 
| 1 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy