Venerdì , 01 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Pierantonio Maria Micciarelli. La Cuba che ho visto io non è “quella di Minà”
 
Commenti presenti : 23 In questa pagina : da 1 a 10
   26-10-2011
Vecchioni non ha ancora risposto alla prima domanda come mai ce l'ha con Minà che fino a prova contraria è mondialmente riconosciuto come ottimo giornalista,
inoltre li vorrei conoscere i cubani che ha conosciuto nei 4 anni di vacanza d'orata nelle ville di miramar.
Un po di onestà intellettuale.
Lucas   
 
   18-10-2011
queste casse, poi, non sono così magre, anche grazie ai 6 miliardi che provengono dalla vendita dei servizi medici.
I medici cubani sono dipendenti statali che per la loro istruzione non hanno speso un cent.
Dunque, è perfettamente normale che di questi soldi gran parte vada allo stato.
Bisogna dire, però, sempre per completezza di informazione, che, oltre ai 200 dollari netti, perchè il vitto e l'alloggio sono a carico dello stato ospitante, che vanno direttamente ai medici nella nazione in cui questi lavorano, 50 dollari mensili, cioè 1000 pesos, vengono erogati dallo stato cubano ai familiari del personale medico, figli e/o coniuge.
Questi soldi si aggiungono ai 700-800 pesos che un medico guadagna ogni mese.
Inoltre i medici o il personale infermieristico, una volta a cuba, dopo due anni di permanenza all'estero, hanno la possibilità di acquistare una casa dallo stato,pagandola 50 pesos mensili per 20 anni.
nino   
 
   10-10-2011
Dimenticavo la risposta all'ultimo quesito posto: l'operazione Milagro. Cuba certo "esporta" medici e maestri. Molto bene. Attività ovviamente da lodare rispetto a paesi che invece esportano armi. D'accordo. Tuttavia.... a forza di esportare, a Cuba si sono drammaticamente sguarniti gli organici di medici e maestri. E la popolazione ne soffre. Inoltre si tratta di "cooperazione a pagamento" tesa cioé a rimpinguare le magre finanze cubane. Mi spiego: il medico cubano che lavora in Venezuela costa al governo di Chavez mettiamo 2 mila dollari mensili. Ma questi 2 mila dollari non vanno certo nelle tasche del medico. Vanno direttamente nel bilancio dello stato cubano. Al medico gliene rimangono sì e no 200. Formula geniale devo dire!

Domenico Vecchioni   
 
   10-10-2011
Non ho difficoltà a rispondere ai quesiti di Daniele Enoderm
1) l'ELAM rappresenta certo un'eccellente iniziativa tesa alla formazione - gratuita - dei medici dei paesi poveri dell'America Latina. Encomiabile! Ma é anche uno strumento di orientamento "ideologico" (i futuri borsisti vengono selezionati nei paesi di prevenienza con l'attiva partecipazione delle ambasciate cubane... incaricate di vigilare sulla coerenza ideologica dei candidati). E questo forse é un po' meno encomiabile.
2)Usard, forse voleva dire Usaid, agenzia americana per gli aiuti allo sviluppo. Lo so, alcuni dissidenti ricevono fondi dadli USA. Ma non per realizzare sabotaggi o avviare attività di sovversione, ma per... sopravvivere, visto che a Cuba l'opposizione non ha diritto di esistere. A meno che lei non consideri attività di sovversione sfilare davanti ad una chiesa con un fiore in mano e gridare "libertà!", come fanno le damas de blanco, accusate di essere pericolose spie degli USA.
3)i 5 detenuti cubani in USA facevano parte -lo sanno tutti - della rete spionistica denominata "red avispa" ed erano inizialmente 10 elementi. Che fossero agenti dello spionaggio cubano lo hanno detto e confermato proprio i 5 che hanno scelto di collaborare con gli americani e hanno avuto per questo pene molto ridotte (lo spionaggio cubano negli USA del resto é stato sempre attivo, vada a vedere su internet chi era Ana Belén Montez...).
4) troppo lungo parlare dell'embargo in questa sede. Posso dire che certo andrebbe abolito e che ha causato danni non indifferenti al popolo cubano. Ma non deve diventare un alibi del regime per giustificare gravi carenze del sistema che nulla hanno a che vedere con l'embargo. Aggiungo solo che l'embargo prevede attualmente due eccezioni: derrate alimentari e medicinali. Glu Usa sono il 5 partner commerciale di Cuba... Quasi tutte le derrate alimentari importate (Cuba deve importare l'80% dei prodotti alimentari di cui ha bisogno) provengono in effetti dagli USA!la questione di Pernot é legata evidentemente all'embrago.
Come vede non pretendo di sapere tutto, al contrario so che invece c'é sempre da imparare. Ma cerco solo di dare la mia modesta testimonianza, pensando ai tanti cubani che ho conosciuto e che aspirano solo ad una vita normale, dignitosa e libera.
Cordiali saluti
Domenico Vecchioni
Domenico Vecchioni   
 
   10-10-2011
messagio a domenico vecchioni,ma perchè insulta g.minà,in fin dei conti è sempre stato un buon giornalista. anch'io sono stato a cuba e conosciuto parecchi cubani, sia nelle città che in campagna,ma ho sentito critiche ma anche opinioni favorevoli per la salute,la scuola e per le nuove riforme che
stanno cercando di fare. visto che lei si considera una persona con la verità in tasca, mi può dire qualche cosa di questi quesiti;
1, cos'è l'elam? 2. cosa mi dice del blocco economico degli usa 3.perchè la pernod non può esportare negli stati uniti,visto che ha venduto in europa il rhum cubano, 4.cos'è
l'usard? 5. chi i sono i 5 detenuti negli usa? 6. cos'è l'operazione milagro? grazie visto che lei conosce tutto di cuba.
daniele enodrem   
 
   09-10-2011
egr sig. pierantonio maria micciarelli anch'io sono stato a cuba,non in grandiosi alberghi ma in casedi modeste dimensioni,anch'io ho girato da solo nell'isola, ed obiettivamente non ho visto tutto quello che lei dichiara di negativo,mi dispiace di non essere un buon scrivano ma posso dire con tutta sincerità:
. bambini malmenati dalla polizia non li ho visti
. dame in bianco, ne ho viste entrare nel palazzo dove lungo
il malecom mi sembra che ci sia l'ufficio dei rappresentanti americani (o forse l'ente USAID, che se non sbaglio fornisce
i cuc a queste signore)le ricordo che anche in italia se un paese straniero finanzia i dissidenti italiani avrà delle
pene molto pesanti (vedasi codice penale.
. ho girato l'isola con i pulman (e non con l'auto)parlando
con molte persone comuni, che riconoscono le difficoltà economiche, ma nello stesso ho letto delle nuove riforme in
corso, e queste persone si augurano che siano fatte velocemente.
MA PERCHE' LEI PENSA DI AVERE LA VERITA' IN TASCA E GLI ALTRI CHE ESPRIMONO PARERI DIFFERENTI DAI SUOI E POSITIVI
PER IL GOVERNO DI CUBA, SIANO DEGLI IMBECILLI...
SALUTI DA DANIELE, UNO SCONOSCIUTO CHE NON RICEVE SOLDI DA
NESSUNO...MA CHE LAVORA NORMALMENTE.



daniele enodrem   
 
   02-10-2011
Non saper distinguere la verità dall'opinione è fatto gravissimo..e anch'io la saluto e smetterò di leggerla Per un anonimo non si deve perder tempo..Buona fortuna a lei e alla sua verità in tasca....stia attento che non le scivoli via!
patrizia garofalo   
 
   30-09-2011
é stato chiamato bugiardo perchè ha detto falsità,
forse avrebbe preferito solo i commenti positivi?...ma qui non siamo a Miami e per fortuna...
Lucas   
 
   29-09-2011
Chiamare rimbambiti dei vecchietti ultranovantenni non è offendere, considerando il presupposto di rispetto e affetto di cui ho parlato. I nostri nonni sono un po' rimbambiti. È sempre una questione di stile. Mi chiamate bugiardo, e ve lo concedo perchè siete stati punti sul vivo, forse. Ringrazio Gordiano che mi ha dato la possibilità di raccontare pubblicamente la mia esperienza, e le persone che sanno come vanno le cose a Cuba. Non credo di dover partecipare più a questo botta e risposta anonimo e provocatorio. Omnia munda mundis...
Auguro a tutti voi di continuare placidamente le vostre giornate.
Grazie
Pierantonio Micciarelli   
 
   29-09-2011
Sig.ra Garofalo può anche non leggere i miei post,
se preferisce i post del sig.Pierantonio e del sig. Lupi
legga solo quelli, soprattutto se per lei dicono la sacrosanta verità...contenta lei...
Lucas   
 
| 1 | 2 | 3 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.1%
NO
 24.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy