Area Tematica Narrative photo
Autore VDC
Titolo Alice Pagès II - Muro custode
Descrizione (...) Il tuo odore si mescolava con quello dei passanti, ignari come te, di quel chiodo puntato in fronte, un modo d’essere, che mi teneva penzolante in balìa del tempo. Violata dal tuo ultimo sguardo, quello che pur di spalle, fissava beffardo la mia ingenuità.
Il gioco vale da sempre, per tutti i luoghi che ci hanno visti insieme... io, aspetto in essi che tu passi ancora.

(Alice Pagès, da "Modulazioni sull'uomo mio che passa")
Data 2008
 
Immagini FotoAlbum correlate

   Alice Pagès - Angelo da terrazza con ali bianche
  Alice Pagès come avatar
  Alice Pagès - Sopra la mia testa -
  Alice Pagès - Angelo da terrazza con ali nere
  Imitando Alice Pagès
  Alice Pagès I - L'uomo mio che passa
  Alice Pagès III - La porta nella pupilla
  Alice Pagès - La mia stagione Kitsch
  Alice Pagès: Petali sulla lingua
  Alice Pagès - Lamento dallo scoglio con pseudo-Pagès
  Alice Pagès - Il destino dell'H
  Alice Pagès: Incubo con pianoforte
  Alice Pagès: Postilla al Trittico penitenza-salvezza
  Alice Pagès: "Trittico della penitenza e della salvezza"
  Alice Pagès - "Come un ponte di legno..."
  Alice Pagès - L'albero di Kirra
 
Articoli Tellusfolio correlati

  Guido Hauser: Alice Pagès. Tra Cornetto Algida e Romanticismo.
  Maria Lanciotti: Giostra del bastardo amore
  Guido Hauser. Breve intervista a un aspirante suicida