Martedì , 23 Gennaio 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Anna Cherubini. “La Cuba che io conosco” 
Dai commenti a una franca discussione per una reale comprensione della realtà cubana
14 Agosto 2012
 

Massimo Campo è così ideologico da vedere nel saluto di un atleta un appoggio alla dissidenza. Parimenti ideologico è il suo amico Gordiano Lupi che trasforma in epidemia un circoscritto episodio di colera. Così entrambi sono poi stati costretti ad ad abbozzare, come si dice a Roma...

La Cuba che io conosco è un Paese orgoglioso del suo passato e del suo presente, conscio dei suoi errori e pronto a correggerli. Ma con decisioni prese dai cubani e non applicando modelli che prima hanno annientato i paesi poveri, ed ora stanno devastando anche il presunto primo mondo. La Cuba che io conosco è fatta di centinaia di giovani che difendono la loro Patria per amore e non per interesse. La Cuba che io conosco è fatta di persone che hanno salvato centinaia di vite umane facendo fallire gli attentati commissionati dagi “amici di Miami” (di Campo e Lupi), gli stessi che finanziano le damas de blanco e Payà.

La Cuba che io conosco è fatta di atleti che difendono con orgoglio i colori cubani in ogni paese del mondo. La Cuba che io conosco è fatta di decine di migliaia di medici che aiutano i popoli più poveri del pianeta. La Cuba che io conosco è la dottoressa che viaggiava al mio fianco rientrando a Cuba dal Congo, dove vede i bambini morire di diarrea perché, come mi ha detto: «io prescrivo le medicine, però è un sistema capitalista e se non hanno i soldi per comprarsele, muoiono!». La Cuba che io conosco è Maria, che ha 76 anni, si prese una pallottola dai batistiani e ha imparato a leggere e scrivere solo con la Revolución.

Il furore ideologico di Campi e Lupi impedisce loro di vedere queste realtà. Poco male, Cuba non ha paura, è salda e sicura delle proprie idee, pronta a dialogare con tutti, però su di un piano di reciprocità ed uguaglianza. Nel frattempo, per dirla con le parole di Raul: aquì estamos, con la caballeria lista, por si acaso!

 

Anna Cherubini


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 46 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 63.2%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy